A Pelle   (2007)                                                                                                                             

istallazione

 

ideazione: Valentina Cidda

sonorizzazione: Stefano Santoni

Immagini istallazione:Luigi Gaudioso

 

Ci si inoltra nella terra che inghiotte, ci si inabissa nell'oscurità che nasconde,ci si annoda a catene di carne, ci si libera nel coro dei fiati: la piccola prigione sotterranea si trasforma in un tempio custode di corpi e respiri, corpi frammenti, corpi spezzati, su cui si distende il senso profondo dell'umana nostalgia di interezza, corpi muti che fanno filtrare attraverso la pietra il loro languore di essere assenti, e il loro non essere si fa presenza, che sovrasta, che incombe; che piega.

Un'autopsia sospesa/interrotta/distesa, su cui lo sguardo del pubblico si appoggia e il pensiero si inabissa, obliquo, per spostarsi fluido tra le parallele...corpi smembrati e riuniti in composizioni caravaggesche, malinconiche, inquietanti, che suggeriscono un mondo senza capo ne coda, dove ogni frammento ha certamente un posto ma niente sa trovare il suo, e il silenzio geme, e il silenzio respira,




⇦back