Hic et nunc (2014)


Ideazione e regia: Valentina Cidda

Testi: Valentina Cidda, Giovanna Strivieri


Con : Valentina Cidda  e Giovanna Strivieri

          Caterina Cidda e Emanuela Filippelli


Produzione: Dulcamarateatro


"Io ho visto e udito, visto con chiarezza e udito con chiarezza, che, attraverso l'oceano dell'etere,
i morti si avvicinano senza fine a noi con estrema delicatezza,
come se provassero il bisogno di venire a lavare i vivi, e gli dei soli sanno quanto i vivi hanno bisogno di essere lavati!".
Un lungo racconto fatto di mille racconti, una voce fatta di innumerevoli voci, un luccicante e misterico mosaico di sogni. Voci di donne, sibille, cavalieri, eroi, vecchi sapienti e streghe crudeli, uomini persi, vagabondi cercatori, madri, voci che il vento ha trascinato nei secoli attraverso le terre del mondo e che risuonano immense, qui e ora.
Un racconto cantato da una voce calda e materna, che narra con la tenerezza con cui si narra, al calar della sera, la vita e il suo mistero al bambino tra le braccia, con la tenerezza consapevole e dura della vita nella sua spietata bellezza. Ed è quella bellezza che si invoca. La semplice bellezza di ciascun giorno nella vita. Rischiara il sangue, fa delle parole una sola fiammata per frantumarsi subito nel mondo come una meteora su terre fredde, inabitate. Qui e ora.
Ogni donna rappresenta il mondo dell'energia femminile incarnata. E' l'espressione dell'inafferrabilità del sentimento e dell'istinto. E' l'archetipo della natura e della vita, il "terrestre, l'erotico e, a narrare, è una donna con una vita nel ventre, ad accompagnarla nel viaggio una nube di ancelle, visibili e invisibili, di voci su voci, che reinventano il mondo ad ogni parola, ad ogni gesto, ad ogni sguardo, ad ogni sospiro,per l'eterno qui e ora.
Non c'è nulla di nascosto, è tutto lì sotto i nostri occhi, la vita passata, la vita presente e la vita futura, come tre bambine che si scambiano ridendo delle confidenze su una strada di campagna.

Tutto qui e ora.



⇦back